/ita/ - Sezione Italiana

Lupi Italiani, Memi Ilari, Ritratti di Rita Ciano

Disappearing posts should be fixed. Let me know if the issue persists on irc.rizon.net @ #julayworld.


Warrant canary has FINALLY been updated.


Roadmap: file restoration script within a few days, Final Solution alpha in a couple weeks.

Sorry for not being around for so long, will start getting back to it soon.

Max message length: 6144

Drag files to upload or
click here to select them

Maximum 5 files / Maximum size: 20.00 MB

More

(used to delete files and postings)


In caso di morte apparente della sezione, ripiegate su 8kun.top/ita/


Open file (69.75 KB 1003x720 chiochan.jpg)
❀ ❀ ❀ ❀ ❀ ... Lupo Lucio 09/24/2020 (Thu) 21:58:53 ID: 3b4632 No.11145
filone haiku filone della vita farina 00
Chi è più forte del vigile urbano? Ferma i tram con una mano. Con un dito, calmo e sereno, tiene indietro un autotreno: cento motori scalpitanti li mette a cuccia alzando i guanti. Sempre in croce in mezzo al baccano: chi è più paziente del vigile urbano?
Open file (154.72 KB 400x311 ....png)
>>11149 Per colpa di un accento un tale di Santhià credeva d'essere alla meta ed era appena a metà. Per analogo errore un contadino a Rho tentava invano di cogliere le pere da un però. Non parliamo del dolore di un signore di Corfù quando, senza più accento, il suo cucu non cantò più
Mi scosto dall'ilare, ma recentemente ho scoperto questa poesia di Ungaretti (il San Michele è uno dei monti dove si è combattuta la Grande Guerra): Come questa pietra del S. Michele così fredda così dura così prosciugata così refrattaria così totalmente disanimata. Come questa pietra è il mio pianto che non si vede. La morte si sconta vivendo.
E questa è la canzone di Tonino l'Obbediente. Tanto bravo, però di sua testa non fa niente. Se gli dicono, Cammina, lui balza in piedi e va. Se gli dicono, Alt, si ferma e fermo sta. Guardate, si è fermato. E ora che fa? Riposa? Ora aspetta che qualcuno gli comandi qualcosa. Se nessuno gli comanda non sa che fare e che dire. Se non gli dicono: Dormi, non riesce neanche a dormire. È colpa di un dottore, anche lui bello stolto, invece delle tonsille, sapete cosa gli ha tolto? Gli ha tolto il verbo 《volere》 con la magra scusa che l'erba voglio non cresce nemmeno nell'orto del re. Ora attenzione, faremo un piccolo esperimento. Tonino, per piacere, avvicinati un momento: obbedisci a questi signori, buttati giù dal tetto! Visto? Ma presto, correte, salvate quel poveretto! Senza dire buongiorno stava per fare un tuffo. Per fortuna qua io, per i capelli lo acciuffo… Ah, Tonino, Tonino! Quando lo vuoi capire che bisogna pensare prima di obbedire?
>>11145 La paghi subito, la donna che paghi meno
>così di getto >continuerò quando mi ri-tornerà l'ispirzione Cosa son quelle macchie nere che dal mare vedo arrivare? Ohibò!, quante risorse, presto, pronti, vi veniam a salvare! Welfare ed integrazione, modello Albione in terre nostrane: e il diverso pantagruelico: "dove done italiane?" Così la teoria ci insegna: ciano, giallo, e magenta! Ma se misceli questi colori, spero poi che tu non te ne penta.
>>11152 sarà che io ho fatto il classico...ma come hai fatto a passare la tua vita scolastica senza inciamparci sopra? tua mamma lo sai che affiggi sui siti di claymation corana?
>>11157 >>11196 aldamerini/10 bravi,regà
>>11222 Io quella l'ho fatta alle medie, quindi pensa te...
>>11226 appunto...io alle medie, e poi alle superiori. era per quello che lo dicevo.
C'era una volta un pulcino che non sapeva di essere un pulcino. 《Forse, – pensava, – sono un elefante, forse un pellicano. Che ci sarebbe di strano? Un asino non sono perché non raglio. Se fossi un cane avrei il guinzaglio. Non vado per mare, dunque non sono un ammiraglio. Ma che sarò mai? Pozza, bella pozza, dimmelo tu, se lo sai》. E si specchiò. Ma quel che vide molto lo indignò. – Un pulcino? Non è una cosa seria! E zampettando l'acqua intorbidò per castigarla della sua cattiveria.
>>11222 >>11227 >>11226 Magari l'ho fatta ma al tempo ero più interessato alle mammelle della mia vicina di banco.
Open file (13.93 KB 234x206 Lupo.jpg)
Osteria dei lupi luci Paraponzi ponzi po Dentro /ita/ niente froci Paraponzi ponzi po Siamo amici per la pelle Ci mangiam le pecorelle Coi bidelli difensori I sinistronzi sono fuori Rita e memi ogni sera Siam leoni da tastiera Paraponzi ponzi po Lupi luci un altro po'
>>11246 >Dentro /ita/ niente froci ...Lupo...io...
No haiku ma un poema della Valudga, una delle poche rimaste a scrivere in rima Sa sedurre la carne la parola, prepara il gesto, produce destini… E martirio è il verso è emergenza di sangue che cola e s’aggruma ai confini del suo inverso sessuato, controverso.
Se masticate un po' di Spagnolo No lo sabe mi brazo, ni mi pierna, ni el hilo de mi voz, ni mi cintura, ni lo sabe la luna que está interna en mi jardín de amor y calentura. Y yo estoy muerto, sí, como una tierna rosa, o una gacela en la llanura, como un agua redonda en la cisterna o un perro de amarilla dentadura. Y hoy que es Corpus, Señor, he paseado mi cadáver de amor iluminado, como un espantapájaros siniestro. La gente, sin asombro, me ha mirado y ninguno el sombrero se ha quitado para rezarme un triste Padrenuestro. Magistralmente interpretata da Lola Flores

Report/Delete/Moderation Forms
Delete
Report

Captcha (required for reports)

no cookies?