/ita/ - Sezione Italiana

Lupi Italiani, Memi Ilari, Ritratti di Rita Ciano

Disappearing posts should be fixed. Let me know if the issue persists on irc.rizon.net @ #julayworld.


Warrant canary has FINALLY been updated.


Roadmap: file restoration script within a few days, Final Solution alpha in a couple weeks.

Sorry for not being around for so long, will start getting back to it soon.

Max message length: 6144

Drag files to upload or
click here to select them

Maximum 5 files / Maximum size: 20.00 MB

More

(used to delete files and postings)


In caso di morte apparente della sezione, ripiegate su 8kun.top/ita/


Open file (56.01 KB 834x650 umberto m'eco.jpg)
Filosofia /ita/liana Lupo Lucio 03/15/2020 (Sun) 10:22:07 ID: 41028f No.3381
“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza anneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità” È giusto?
>>3381 per quello che vale uno spagnolo si era posto il problema parecchio tempo fa... https://it.wikipedia.org/wiki/La_ribellione_delle_masse io per conto mio ti posso dire solo una cosa... la democrazia intesa come " esisti e hai più di 18 anni quindi puoi votare" è una fregatura. la mia idea sarebbe quello che era il sistema rhodesiano. fai un esamino sul programma dei partiti e puoi votare. niente di complicato, solo abbastanza da tenere i troppo pigri e i troppo stupidi per votare. senza contare che obbligare i partiti a mettere nero su bianco i programmi anzichè rimanere sul vago...credo che aiuterebbe. un elettorato abbastanza coinvolto da alzare il culo da casa e abbastanza informato su quello che va a votare, credo che ci metterebbe in una posizione migliore...
Per quanto anche l'opinione di un premio Nobel sia discutibile, è vero. "Latita" e "istalla Gentoo" non sono solo memi ilari d'assalto.
Open file (163.04 KB 512x389 1584267817987.png)
Quando quelli che stavano sui propri pulpiti o dalle proprie cattedre si sono ritrovati contro la possibilità di sentirsi rispondere grazie alla rete informatica hanno letteralmente dato di matto. Purtroppo per loro "l'imbecille" è chi non ha argomenti per difendere le proprie tesi e si attacca ancora a rendite di posizione attaccando l'interlocutore con stratagemmi retorici da quattro soldi chiamati "ad hominem".
>>3389 già...
>>3381 Il problema dei media sociali non sono gl'imbecilli, piuttosto sono i ceffi dei partiti pagati per fare disinformazione ed i cretini che vogliono attaccare briga ad ogni costo. >>3383 Qualunque arbitrio sul diritto di voto è soggetto ad abusi più o meno palesi. Il sistema attuale è il peggiore ma anche l'unico possibile. >>3389 I giornalisti che attaccano persone acculturate sui suddetti media sociali ne sono l'esempio più lampante, ed oltretutto ilare viste le mazzate che prendono.
>>3393 >Il sistema attuale è il peggiore ma anche l'unico possibile. I sistemi sono stratificazioni di situazioni precedenti e soggetti a continui miglioramenti e a nuove invenzioni. A volte anche a regressioni.
>>3381 > È giusto? 10% giusto, 90% paura di perdere il megafono dovuto alla posizione. Di Eco ricordo questo ritratto (Pasolini): «Conosce tutto lo scibile e te lo vomita in faccia con l’aria più indifferente: è come se tu ascoltassi un robot» L'erudizione perde un bel po' di valore nel tempo in cui tutti hanno wikipedia sul cellulare.
>>3389 Ti sei scordato della carta igienica al gradino più basso...
>>3393 > Il sistema attuale è il peggiore ma anche l'unico possibile. scusa ma in cosa sarebbe diversa la mia proposta da quello attuale? se non vai a prendere la scheda elettorale in comune, non voti? che differenza farebbe compilare una paginetta di domande a scelta multipla? poi riguardo all'unico possibile...no. in questo momento stiamo assistendo più che altro a una truffa per far sentire i peones parte del processo decisionale. ci sono un sacco di cose in cui il popolo, supposto sovrano, ha una maggioranza netta e precisa, ma viene fatto regolarmente il contrario. e non si parla di "voglio meno tasse, voglio mangiare dolci prima di cena e voglio stare alzato fino a tardi in un giorno di scuola". roba come immigrazione o legittima difesa (l'idea che se qualcuno entra in casa tua ti puoi difendere senza stare troppo a pensarci...lì saremmo sopra il 90% di consenso) come mai viene fatto regolarmente il contrario? sarà l'unico possibile...ma vorrei un'alternativa.
>>3401 >popolo sovrano >non può chiedere referendum su tasse o trattati internazionali Ehm...
>>3401 La scheda elettorale non può essere negata tranne ai rei di specifici delitti, il che comporta la presenza di prove, richiede il completamento di almeno un grado di giudizio, ed è reversibile. Uno stupido esamino è di quanto più falsificabile ci sia, in entrambi i versi. Io mi riferivo al diritto di voto a tutti senza distinzioni, non al nostro attuale sistema governativo.
>>3402 ho detto "supposto sovrano". e poi quello è letteralmente il retaggio di una nazione che ha perso la guerra. ho anche sentito qualcuno difenderla, quella cosa. >>3406 >non al nostro attuale sistema governativo. ma come fai a separare le due cose? in questo momento le volpi hanno le chiavi del pollaio, come gliele riprendiamo? non importa se è un sistema a due partiti come in america o un sistema dove i partiti fanno le liste e quindi la scelta viene comunque fatta per te prima ancora che la fai come da noi...la cosa non cambia. e sì...la cosa è facilmente falsificabile...ma posso immaginare che terrebbe fuori quantomeno una percentuale di svogliati, di stupidi, di stranieri che hanno preso al cittadinanza senza sapere bene la lingua...ed è appunto qualcosa di facile...i requisiti, per come li intendo io DEVONO essere qualcosa di facilmente acquisibili e alla portata di chiunque voglia effettivamente esprimere la sua opinione...giusto per tagliare fuori i peggiori e aumentare il coinvolgimento. poi stiamo parlando del nulla, visto che niente del genere verrà mai fatto...dicevo per dire.
>>3410 >in questo momento le volpi hanno le chiavi del pollaio, come gliele riprendiamo? Mi pare ovvio che il modo non sia togliere il diritto di voto a qualcuno. >[lista di indesiderabili] Sì, ed anche agli onesti cittadini che stiano antipatici al presidente di sezione od ai suoi superiori.
>>3412 >Sì, ed anche agli onesti cittadini che stiano antipatici al presidente di sezione od ai suoi superiori. Tanto per fare discussione, proviamo a pensare a possibili soluzioni; non necessariamente buone o sensate, basta che funzionino per evitare situazioni come quella da te descritta. Eccone una: il foglio delle domande viene corretto sul momento davanti a testimoni (magari gli altri che sono venuti a votare.) Certo, se non prendi nemmeno la sufficienza fai la figura dell'ignorante, ma siamo sicuri che il presidente o chi per lui non fa il furbo. Un'altra è avere tale questionario in rete su una piattaforma "sicura" e far rispondere tramite un qualche terminale. Certamente a meno di particolari biscotti salati degli Urali, la commissione non può interferire.
>>3410 >un sistema dove i partiti fanno le liste e quindi la scelta viene comunque fatta per te prima ancora che la fai come da noi...la cosa non cambia. Eh no, la divisione in collegi elettorali in cui andare a chiedere voti o a prendersi sputi in faccia per il proprio mandato sarebbe la base minima. Anche per la gestione del paese. Semmai sarebbe da iniziare anche a fare elezioni per i giudici. Poi le distorsioni vengono appianate dal numero stesso dei votanti e se sei in grado di corromperli tutti o la maggior parte è anche giusto che tu vada in parlamento a metterci pure la faccia.
>>3412 onestamente non mi pare che sarebbe come levare il diritto di voto a nessuno. qui non si tratta di dire "solo i maschi proprietari terrieri sopra i 25 anni" o " solo quelli sopra un certo reddito". se ci pensi bene anche premurarsi di avere la scheda elettorale è un requisito. io conosco delle persone che erano troppo pigre per fare proprio quello. mi verresti a dire che il doversi presentare con la scheda ha leso il loro sacrosanto diritto di votare? >>3412 >Sì, ed anche agli onesti cittadini che stiano antipatici al presidente di sezione od ai suoi superiori. io in realtà pensavo a una paginetta di domande a crocette fatte magari nell'ufficio relazioni col pubblico del comune...tipo test per la patente. da rifare tutte le volte che uno si presenta. ma diciamo che l'impiegato ti odia...come si fanno a falsificare le crocette? magari si può fare su un terminale collegato direttamente col ministero...o che cavolo ne so io... ti timbrano la scheda e vai. magari si può fare in qualsiasi ufficio pubblico...che ne so. e poi tieni presente che nella mia "geniale" visione...la cosa si può rifare tutte le volte che uno vuole...gratis. ho molto rispetto per le persone che magari non hanno il talento per fare una cosa ma ci arrivano con la perseveranza. >>3413 anche questa è un idea... >>3414 >Semmai sarebbe da iniziare anche a fare elezioni per i giudici. assolutamente sì...loro di parleranno dell'importanza "dell'indipendenza" della magistratura...lo stesso tipo di argomento circolare che si fa quando si parla di banche centrali. ma se devono essere politicizzati come sono adesso... li si può tranquillamente eleggere. e non solo per quello...sono abbastanza sicuro che il nostro sistema farraginoso non è il solo motivo per cui i nostri processi sono infiniti e siamo indietro come la coda del maiale. questi devono davvero cominciare a lavorare.
>>3417 >e poi tieni presente che nella mia "geniale" visione...la cosa si può rifare tutte le volte che uno vuole...gratis. >ho molto rispetto per le persone che magari non hanno il talento per fare una cosa ma ci arrivano con la perseveranza. Così però ti rovini. Le crocette sono sempre le stesse, non le possono cambiare per ovvi motivi (i programmi dei partiti quelli sono), quindi se uno ci va costantemente a forza di sbagliare prima o poi ci azzecca e a quel punto siamo da capo. Se proprio vuoi utilizzare un meccanismo di selezione del genere, devi per forza fare in modo che si possa provare una sola volta e chi sbaglia viene rimandato alla prossima votazione.
>>3410 >e poi quello è letteralmente il retaggio di una nazione che ha perso la guerra Probabilmente più un retaggio della monarchia quando al Re è stato sostituito un Presidente della Repubblica e si sono lasciati immutati vari aspetti e meccanismi. Con i vari impiegati che si sono anche un po' allargati.
>>3419 >quindi se uno ci va costantemente a forza di sbagliare prima o poi ci azzecca e a quel punto siamo da capo. ma è esattamente quello che avevo in mente. e onestamente uno disposto a presentarsi volta dopo volta per poter votare...dovrebbe avere assolutamente il diritto di votare. credo che la cosa dimostri una certa volontà di partecipare al processo decisionale. il genere di persona che si sente coinvolta nella faccenda. poi se mi dici che magari don Ciccillo gli ha promesso 20 euro se passa il test e vota per taldeitali...quella è un'altra faccenda e comunque niente che non succeda tutt'ora, ad ogni modo.
>>3383 Questo >>3393 >Qualunque arbitrio sul diritto di voto è soggetto ad abusi più o meno palesi. Il sistema attuale è il peggiore ma anche l'unico possibile. Solitamente sono i sinistroidi che sventolano la nozione del test per votare. Ironicamente molti di loro non lo supererebbero. Oltretutto creeresti un secodo problema: chi determina cosa valutare e come? La risposta è: chi è al potere. Ed ecco che ottieni un feedback positivo a vantaggio di chi già governa.
>>3414 >Semmai sarebbe da iniziare anche a fare elezioni per i giudici. Non sono d'accordo. Sarei invece favorevole ad una "retention election".
>>3414 >>3459 >dimostri una certa volontà di partecipare al processo decisionale Ho strane vibes comuniste su di te Lupo. Il non votare a volte può essere una forma di processo democratico. Ad esempio potresti essere soddisfatto con lo status quo. Inoltre forzare la gente a votare porta all'effetto indesiderato di dare voti a chi "urla di più", proprio perché la gente non vuole votare, e facendolo contro voglia "butta" la crocetta sulla prima persona che gli passa per la testa. Anche in un "sistema di valutazione" come da te proposto. Sarebbe indipendente dalle capacità cognitive.
>>4421 a parte che hai riposto a due lupacchiotti diversi, si vota perché sennò sono gli altri che decidono per te. A parte questo, non votare è una scelta legittima se non si ha interesse a far prevalere una parte sulle altre o se le si considera semplicemente tutte equivalenti. Comunque per influenzare le elezioni basta pure fare i memini con gli asterischi e i nomi delle trasmissioni su Twitter, già solo per influenzare le scalette e i dibattiti in tempo reale. Il fatto che il governo e i partiti organizzati ci facciano il diavolo a quattro per gestire il giochino fa capire da solo quanto sia producente. L'idea di un sistema di valutazione per far votare è balorda perché le parti in competizione ne abuserebbero per limitare gli elettori della parte avversa, magari non facendo arrivare i questionari in tempo.
>>4420 >retention election Non ho specificato il meccanismo per l'elezione dei giudici, la mia idea era di usarlo anche come strumento di verifica che credo sia la tua idea. Comunque resto dell'idea che un potere dello Stato debba passare dal voto popolare oltre che da concorsi spesso sospettati di essere taroccati. Specialmente poi visto che le prove di un sistema totalmente degenerato le abbiamo già avute con lo scandalo del CSM nelle riunioni notturne con Lotti.
>>4421 > Inoltre forzare la gente a votare porta all'effetto indesiderato di dare voti a chi "urla di più" non capisco come mai mettere una condizione leggermente più stringente sull'accesso al voto sarebbe un forzare la gente a votare. >>4422 >>4422 posto che non lo farebbero mai...ma in un ipotetico mondo in cui la cosa avesse luogo, cosa ci vuole ad avere un terminale in comune che genera questionari da un pool di domande come il test per la patentef,(da depositare entro qualche mese dalle elezioni) lo fai, o lo rifai,lo passi... ti timbrano la scheda in loco. e il giorno delle elezioni vai a votare. l'idea principale di tutta questa pensata di disincentivare la faccenda per i pigri, i troppo stupidi, o gli stranieri che per quanto cittadini, non capiscono bene l'italiano. nessuno è tagliato fuori, basta farlo tutte le volte che ci vuole. l'argomento non è legato a nessuna conoscenza specifica se non a quello che si va a fare...votare. e poi... credo che obbligare i partiti a mettere avanti un programma non farebbe male. i programmi dei partiti sono sempre più nebulosi, in una maniera vigliacca e subdola. credo che quello accompagnata da un elettorato più attivo farebbe bene. tutto lì. ma parlando di qualcosa di diverso... vi sottopongo un'altra genialata. sarebbe un così brutto mondo se non esistesse il segreto professionale degli avvocati? o meglio...non se un avvocato avesse la libertà di divulgare i cazzi tuoi se gli va, ma se fosse obbligato a denunciare un crimine qualora ne venisse a conoscenza, incluso quello di un cliente che cerca consulenza legale? è chiaro che una persona comune, se si trova a che fare con la legge, a torto o a ragione non ha le conoscenze che gli servono per agire nel proprio migliore interesse...ma sarebbe tanto brutto se per commettere il delitto perfetto devi imbrogliare il sistema e anche il tuo avvocato? >https://www.studiocataldi.it/articoli/34114-il-segreto-professionale-dell-avvocato.asp qui dice che un'avvocato, si suppone, debba rompere il segreto >laddove sia necessaria per impedire che venga commesso un reato di particolare gravità tra l'altro definire "particolare gravità". immagino che se io avessi ucciso mia moglie perchè mi faceva le corna, anche se assassino, si potrebbe razionalizzare il fatto che non ho più mogli da uccidere, quindi la mia pericolosità, a breve o medio termine, sia trascurabile. comunque sia,aspetto con ansia che facciate a pezzi la cosa.
>>4434 https://www.invidio.us/watch?v=0eNsWl4BJ_0 Senza offesa, ma di elezioni non capisci nulla. A 12:40 trovi una spiegazione. E se invece dessimo la qualifica di avvocato già con il diploma di scuola superiore per ridurre la litigiosità in tribunale degli italiani?
>>4423 Daccordissimo. Per me sarebbe ideale un sistema di elezione non popolare dei giudici, ma comunque un counter check di "ritenzione" popolre. La magistratura ha un po' troppo potere in Italia, e nessuna "accountability". >>4422 >hai riposto a due lupacchiotti diversi Perdono. Era per cd91ce, l'altro Lupo. Infatti concordo con te: >un sistema di valutazione per far votare è balorda >>4434 Leggiti i Federalist Papers. Questo è il numero 51: >If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself. A dependence on the people is, no doubt, the primary control on the government; but experience has taught mankind the necessity of auxiliary precautions. Tu idealizzi troppo il sistema. La realtà è che cane mangia cane, e da questa verità devi partire per cercare di arginare certe derive governative.

Report/Delete/Moderation Forms
Delete
Report

Captcha (required for reports)

no cookies?